Delega ai servizi di consultazione fattura elettronica: nuovi chiarimenti

  seacinfo

Con Risoluzione 26 giugno 2019, n. 62, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle deleghe agli intermediari per l'utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica e di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi.In particolare l'Agenzia ha precisato che:considerate le modifiche apportate dal Provvedimento 21 dicembre 2018, è necessario che gli intermediari delegati al servizio di consultazione prima di tale data acquisiscano una nuova delega per aderire a tale servizio;le deleghe possono essere presentate attraverso i servizi resi disponibili dall'Agenzia delle Entrate con modalità 'massiva' o 'puntuale';qualora non sia possibile fornire gli elementi di riscontro (ad esempio perché nell'anno precedente non è stata presentata la dichiarazione IVA), è possibile per i soggetti che possono autenticare la sottoscrizione della delega trasmettere tramite posta elettronica certificata, per ciascun soggetto delegato, un file firmato digitalmente.Infine l'Agenzia, sottolinea che la durata della delega è pari a due anni; pertanto, laddove l‘intermediario sia stato delegato all'utilizzo di più servizi e si renda necessario acquisire nuovamente la delega relativa al servizio di consultazione, può risultare opportuno presentare ex novo anche le deleghe relative agli altri servizi, al fine di evitare scadenze diversificate.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più