Co.co.pro: no termine di decadenza per l'accertamento della subordinazione se è il collaboratore a recedere

  seacinfo

La Corte di Cassazione ha statuito che il collaboratore a progetto può proporre domanda di accertamento del rapporto di lavoro subordinato entro il termine di prescrizione, qualora il rapporto di co.co.pro. si sia risolto per volontà del lavoratore stesso o sia cessato in concomitanza con il termine previsto per la sua scadenza, in quanto in tali casi non sussiste alcun atto che il lavoratore possa contestare.Con la Sentenza n. 32254 del 10 dicembre 2019, la Suprema Corte ha precisato che, solo nel diverso caso in cui sia il committente a recedere, il collaboratore potrà opporsi al provvedimento entro il minor termine di decadenza di 60 giorni dalla comunicazione dello stesso.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più