Cause ostative al regime forfetario: interpello

  seacinfo

Con risposta ad interpello 28 novembre 2019, n. 504 l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all'applicabilità della causa ostativa al regime forfetario ex lettera d), comma 57, art. 1, Legge n. 190/2014 in caso di partecipazioni in una s.r.l..Nel caso di specie, quattro professionisti detengono ciascuno il 25% delle quote e intenderebbero aprire partita IVA ciascuno, con l'intenzione di fatturare alla società in regime forfetario.L'Amministrazione finanziaria non fornisce una risposta netta, sostenendo che il 25% di quote esclude che vi sia controllo diretto, ma non può essere esclusa l'esistenza di un controllo 'di fatto'. Inoltre, è da verificare che non vi sia un indebito vantaggio nel caso in cui la società non sia un mero soggetto interposto nella prestazione di servizi.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più