Bonus facciate: la recente prassi dell’Agenzia delle Entrate

Bonus facciate: la recente prassi dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate, con alcune risposte ad interpello, ha fornito chiarimenti in merito all’applicabilità del bonus facciate ad alcuni casi particolari.

Con Risposta ad Interpello 28 agosto 2020, n. 287, l’Agenzia delle Entrate ha ammesso il “bonus facciate” per il rifacimento del rivestimento di un edificio in tessere di mosaico vetroso. Il contribuente dovrà attestare che, non essendo realizzabile l’isolamento termico se non mutando completamente l'aspetto dell'edificio, non è possibile seguire le prescrizioni del Decreto 26 giugno 2015.

Con Risposta ad Interpello 31 agosto 2020, n. 289, l’Agenzia ha chiarito che è possibile beneficiare del “bonus facciate” anche per le spese sostenute per:

  • il rifacimento della copertura del piano di calpestio del balcone;
  • la sostituzione dei pannelli in vetro che costituiscono le pareti perimetrali del balcone,

trattandosi di elementi costitutivi del balcone stesso.

Il beneficio spetta inoltre per le opere strettamente collegate all’intervento stesso, quali 

  • la ritinteggiatura delle intelaiature metalliche che sostengono i pannelli di vetro, nonché
  • la tinteggiatura e stuccatura della parete inferiore del balcone.

Con Risposta ad Interpello 1° settembre 2020, n. 296, l’Agenzia delle Entrate ha analizzato il caso di un edificio la cui facciata, confinante con il cortile interno condominiale, risulta in parte affacciata verso il distacco con un altro fabbricato ed in parte visibile da suolo ad uso pubblico.

L’Agenzia ha chiarito che il “bonus facciate” spetta anche in relazione alle spese sostenute per interventi realizzati sulla facciata interna dell’edificio, anche se la stessa risulta solo parzialmente visibile dalla strada o da suolo ad uso pubblico.

Infine con Risposta ad Interpello 8 settembre 2020, n. 319, l’Agenzia ha chiarito che gli interventi che possiedono i requisiti indicati ai fini del beneficio del “bonus facciate”, così come descritti nella Circolare n. 2/2020, possono fruire della detrazione a prescindere dai materiali utilizzati per realizzarli.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più