Agevolazioni fiscali per l'acquisto di dispositivi tecnici da parte del soggetto disabile

  seacinfo

Con Risposta ad Interpello 24 ottobre 2019, n. 422, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle agevolazioni fiscali riconosciute per l'acquisto di dispositivi tecnologici per il controllo domotico dell'ambiente domestico da parte di un soggetto portatore di handicap grave ai sensi della L. n. 104/1992 e alla relativa documentazione necessaria.L'Agenzia delle Entrate, richiamando il D.M. 14 marzo 1998, ha chiarito che tutti i sussidi tecnici ed informatici per i quali il medico specialista attesti il collegamento funzionale con l'invalidità possono scontare l'IVA al 4%. Per fruirne è necessario che il soggetto sia in possesso, oltre al certificato di invalidità funzionale permanente rilasciato dall'ASL, anche di una specifica prescrizione autorizzativa del medico specialista dell'ASL. Per l'acquisto di sussidi tecnici e informatici, tra cui l'acquisto di cucine domotiche, è inoltre riconosciuta la detrazione IRPEF del 19% sull'intera spesa, prevista dall'art. 15, comma 1, lettera c), TUIR. In questo caso l'Agenzia ha specificato che per le agevolazioni IRPEF, oltre al certificato di invalidità, non è necessaria la specifica prescrizione autorizzativa rilasciata dal medico specialista della ASL, bensì è sufficiente un certificato del medico curante da cui risulti il collegamento funzionale tra sussidio e handicap.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più