Acquisti di veicoli senza IVA: Provvedimento

  seacinfo

Con Provvedimento 17 luglio 2020, l'Agenzia delle Entrate ha definito le modalità di verifica di sussistenza delle condizioni di esclusione dal versamento mediante modello 'F24 Versamenti con elementi identificativi', in attuazione dell'art. 9, D.L. 26 ottobre 2019, n. 124, ai fini dell'immatricolazione o della successiva voltura degli autoveicoli, motoveicoli e loro rimorchi, anche nuovi, oggetto di acquisto intracomunitario a titolo oneroso.Per contrastare i rischi di frode, in tutti i casi in cui il versamento non avvenga tramite il modello con elementi identificativi per la successiva immatricolazione di veicoli di provenienza comunitaria:il contribuente presenta istanza all'Ufficio provinciale competente, con le modalità descritte nel Provvedimento; l'Agenzia rilascia il numero di protocollo e provvede ad acquisire copia conforme degli originali esibiti, verificando la correttezza dell'operazione (ad esempio, l'effettività dell'acquisto operato in proprio dal richiedente in altro Stato membro dell'Unione europea, che il veicolo abbia le caratteristiche per essere considerato usato o per essere utilizzato per l'attività di impresa o arte e professione).In caso di esito positivo, l'Ufficio comunica gli elementi identificativi dell'autoveicolo o del motoveicolo al centro elaborazione dati (Ced) del dipartimento per i Trasporti, al fine di consentirne l'immatricolazione senza che sia necessario il versamento dell'IVA.Per effettuare tali controlli l'Agenzia delle entrate ha 30 giorni di tempo dalla ricezione dell'istanza; tuttavia, nel caso in cui sorgano gravi pericoli di frode e siano necessarie ricerche più approfondite il termine può essere differito di ulteriori 30 giorni.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più