PACCHETTO STUDIO PROFESSIONALE

PACCHETTO STUDIO PROFESSIONALE

Il Pacchetto Studio Professionale è stato creato per supportare l’attività professionale nella redazione del bilancio e delle varie dichiarazioni IVA/REDDITI/IRAP. Una soluzione efficace e conveniente che ti permette di risparmiare 34,00 Euro. 

I testi del Pacchetto ti verranno inviati gratuitamente tramite corriere espresso man mano che saranno disponibili. L'invio avverrà automaticamente, senza la necessità di monitorare lo stato di avanzamento dell'ordine. Per ulteriori informazioni sui testi in prenotazione e la modalità di spedizione clicca qui.

Offerta valida fino al 28/02/2019. 

storage Pacchetto
196.00 €
230 €
IVA incl.
Qta

Promozione LA FATTURA ELETTRONICA + AGGIORNAMENTO ONLINE

Prodotti nel pacchetto


34,00 €
29,21 € Risparmia 4.79
Disponibilità immediata


32,00 €
27,00 € Risparmia 5
Disponibilità immediata


34,00 €
29,00 € Risparmia 5
Disponibile entro marzo


32,00 €
27,22 € Risparmia 4.78
Disponibile entro aprile


32,00 €
27,20 € Risparmia 4.8
Disponibile entro marzo


32,00 €
27,16 € Risparmia 4.84
Disponibile entro aprile


34,00 €
29,21 € Risparmia 4.79
Disponibile entro maggio

Il BILANCIO D'ESERCIZIO - Redazione e adempimenti

Il volume propone un’analisi della disciplina civilistica in materia di bilancio d’esercizio integrata dai principi contabili nazionali redatti dall'Organismo italiano di contabilità.


  • Schemi di bilancio

  • Bilancio ordinario, abbreviato e per le micro-imprese

  • Principi Contabili nazionali

  • Valutazione dei crediti, debiti e titoli con il criterio del costo ammortizzato

  • Rivalutazione dei beni d’impresa

  • Iper ammortamento e maxi ammortamento

  • Disposizioni di coordinamento

  • IRES/IRAP e principi contabili

Il volume propone un’analisi della disciplina civilistica in materia di bilancio d’esercizio integrata dai principi contabili nazionali redatti dall’Organismo italiano di contabilità.

Ciò fornisce al redattore del bilancio una guida completa in merito alla corretta rilevazione e valutazione di tutte le operazioni aziendali.

Particolare attenzione è rivolta ai principi generali di redazione del bilancio, compresa la procedura di formazione ed approvazione del documento e dei suoi allegati, nonché il contenuto di ciascuna voce che compone lo schema di Stato patrimoniale e di Conto economico.

Ampio spazio è riservato alle informazioni da indicare in Nota integrativa, considerando le novità della tassonomia XBRL. 

Un’apposita sezione è dedicata al bilancio in forma abbreviata, utilizzabile dai soggetti che presentano i requisiti previsti dall’art. 2435-bis, C.c. e del bilancio relativo alle micro-imprese ex articolo 2435-ter, C.c..

Nonostante nella redazione del bilancio d’esercizio, predominino gli aspetti civilistici su quelli fiscali, il testo offre una compiuta analisi delle disposizioni fiscali, aggiornate alle recenti novità e delle ripercussioni e divergenze che esse possono avere e creare sul bilancio medesimo.

Struttura del libro:

Parte Prima - ASPETTI GENERALI

Ambito soggettivo di applicazione

  • bilanci redatti secondo lo schema rigido del Codice Civile
  • Bilanci svincolati dallo schema rigido

Composizione del bilancio

  • Stato patrimoniale
  • Conto economico
  • Rendiconto finanziario
  • Nota integrativa
  • altri documenti corredati al bilancio

Principi generali

  • Finalità e clausola generale (art. 2423 C.c.)
  • Principio della “rilevanza”
  • Principi di redazione/postulati del bilancio (art. 2423-bis C.c. e OIC 11)
  • Bilanci intermedi

Operazioni contabili di fine esercizio

  • Scritture di assestamento e libro giornale
  • Operazioni preliminari alla chiusura dei conti e scritture di assestamento

Procedura di formazione del bilancio

  • Procedura di formazione del bilancio per le S.p.a.
  • Procedura di formazione del bilancio per le S.r.l.

Relazione sulla gestione

  • contenuto della relazione sulla gestione
  • Bilancio in forma abbreviata
  • bilancio semplificato per le micro-imprese
  • Sistemi di governance alternativi nelle S.p.a.

Aspetti fiscali connessi all’approvazione del bilancio

  • Termini di versamento delle imposte
  • Presentazione della dichiarazione
  • Errata imputazione temporale di costi e/o ricavi

La destinazione del risultato dell’esercizio

  • Destinazione dell’utile
  • Copertura della perdita
  • Scritture contabili

Deposito del bilancio al Registro delle Imprese

  • Modalità di redazione del bilancio
  • Deposito del bilancio e formato XBRL
  • Modalità di deposito del bilancio
  • Modello B
  • Imposta di bollo e diritti di segreteria
  • Casi particolari
  • Regime sanzionatorio

Parte Seconda - BILANCIO ORDINARIO

Schema di bilancio ordinario

  • stato patrimoniale (art. 2424, C.c.)
  • Conto economico (art. 2425, C.c.)
  • Stato patrimoniale XBRL (Tassonomia_PCI_2018-11-04)
  • Conto economico XBRL (Tassonomia_PCI_2018-11-04)

Sezione Prima - STATO PATRIMONIALE

Struttura dello Stato patrimoniale

  • Variazioni allo schema
  • Principi contabili nazionali
  • struttura dello Stato patrimoniale: sezioni contrapposte
  • patrimoni destinati
  • Attivo
  • Passivo e patrimonio netto
  • Schema di Stato patrimoniale

A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti

  • ammontare minimo del capitale sociale
  • versamento iniziale per conferimenti in denaro
  • conferimenti di beni in natura e di crediti
  • conferimento di polizze assicurative e fideiussioni bancarie nelle S.r.l.
  • conferimento prestazioni d’opera e servizi nelle S.r.l.
  • sottoscrizione del capitale versamento dei decimi vincolati
  • prestazioni d’opera e di servizi nelle S.r.l.
  • Aspetti contabili
  • Aspetti fiscali

B) I. Immobilizzazioni immateriali

B) I. 1) Costi di impianto e di ampliamento

B) I. 2) Costi di sviluppo

B) I. 3) Diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dell’ingegno

B) I. 4) Concessioni, licenze, marchi e diritti simili

B) I. 5) Avviamento

B) I. 6) Immobilizzazioni in corso e acconti

B) I. 7) Altre immobilizzazioni immateriali

B) II. Immobilizzazioni materiali

B) II. 1) a) Terreni

B) II. 1) b) Fabbricati

B) II. 2) Impianti e macchinari

B) II. 3) Attrezzature industriali e commerciali

B) II. 5) Immobilizzazioni in corso e acconti

B) III. Immobilizzazioni finanziarie

B) III. 1) Partecipazioni

B) III. 2) Crediti

B) III. 3) Altri titoli

B) III. 4) Strumenti finanziari derivati attivi

C) I. Rimanenze

  • Principi generali di valutazione
  • Principi contabili
  • Aspetti operativi
  • Aspetti fiscali

C) II. Crediti

  • condizioni per l’iscrizione del credito in bilancio
  • valutazione dei crediti per i soggetti che redigono il bilancio ordinario
  • valutazione dei crediti nel bilancio abbreviato e per le micro imprese
  • poste espresse in valuta estera
  • informazioni in Nota Integrativa
  • Principi contabili nazionali
  • Aspetti fiscali
  • Interessi di mora
  • Crediti tributari e imposte anticipate
  • disposizioni in materia di aggregazioni aziendali

C) III. Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni

  • valutazione attività finanziarie non immobilizzate
  • Aspetti contabili
  • Aspetti fiscali

C) IV. Disponibilità liquide

  • Principi contabili nazionali
  • cash pooling

D) Ratei e risconti attivi

  • Ratei attivi
  • Risconti attivi
  • Disaggi di emissione su prestiti

A) I. Capitale sociale

  • Funzione di garanzia
  • organo competente a deliberare
  • Ammontare minimo del capitale sociale
  • composizione del capitale sociale nelle società di capitali
  • Aumento del capitale sociale
  • Riduzione del capitale sociale
  • Cenni fiscali

A) II. Riserva da soprapprezzo azioni

A) III. Riserve di rivalutazione

A) IV. Riserva legale

A) V. Riserve statutarie

A) VI. Altre riserve, distintamente indicate

A) VII. Riserva per operazioni di copertura dei flussi finanziari attesi

  • Coperture di flussi finanziari
  • Aspetti contabiliNota Integrativa

A) VIII. Utili (perdite) portati a nuovo

A) IX. Utile (perdita) dell’esercizio

A) X. Riserva negativa per azioni proprie in portafoglio

B) 1. Fondi per trattamento di quiescenza e obblighi simili

  • Indennità di fine mandato degli amministratori
  • Indennità a seguito di patto di non concorrenza
  • Fondi di indennità per cessazione rapporti di agenzia

B) 2. Fondi per imposte, anche differite

B) 2. a) Fondi per imposte

B) 2. b) Fondi per imposte differite

B) 3. Strumenti finanziari derivati passivi

B) 4. Altri fondi

C) Trattamento di fine rapporto

  • iscrizione in bilancio del TFR presente in azienda
  • Principi contabili
  • Scelta per la destinazione del TFR alla previdenza complementare
  • tassazione del TFR e imposta sostitutiva sulla rivalutazione
  • Aspetti contabili
  • Liquidazione del TFR
  • Aspetti fiscali: deducibilità degli accantonamenti

D) Debiti

D) 1. Obbligazioni

D) 2. Obbligazioni convertibili

D) 3. Debiti verso soci per finanziamenti

D) 4. Debiti verso banche

D) 5. Debiti verso altri finanziatori

D) 6. Acconti

D) 7. Debiti verso fornitori

D) 8. Debiti rappresentati da titoli di credito

D) 9., D) 10., D) 11. e D) 11-bis) - Debiti verso imprese controllate, collegate,  controllanti e sottoposte al controllo delle controllanti

D) 12. Debiti tributari e D) 13. Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale

D) 14. Altri debiti

E) Ratei e risconti passivi

  • Ratei passivi
  • Risconti passivi
  • Aggi di emissione su prestiti

Sezione Seconda - CONTO ECONOMICO

Struttura del Conto economico

  • Lo schema di Conto economico
  • Principi contabili nazionali
  • A) Valore della produzione
  • B) Costi della produzione
  • C) Proventi e oneri finanziari
  • D) Rettifiche di valore di attività e passività finanziarie
  • Risultato prima delle imposte
  • Imposte sul reddito dell’esercizio, correnti, differite ed anticipate
  • Utile (perdita) dell’esercizio
  • Schema di Conto economico

A) 1. Ricavi delle vendite e delle prestazioni

A) 2. Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti

A) 3. Variazione dei lavori in corso su ordinazione

A) 4. Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni

A) 5. Altri ricavi e proventi

B) 6. Costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci

B) 7. Costi per servizi

B) 8. Costi per godimento di beni di terzi

B) 9. Costi per il personale

B) 10. Ammortamenti e svalutazioni

B) 10. a) Ammortamento immobilizzazioni immateriali

B) 10. b) Ammortamento immobilizzazioni materiali

B) 10. c) Altre svalutazioni delle immobilizzazioni

B) 10. d) Svalutazioni dei crediti dell’attivo circolante e delle disponibilità liquide

B) 11. Variazioni delle rimanenze

B) 12. Accantonamenti per rischi

B) 13. Altri accantonamenti

B) 14. Oneri diversi di gestione

C) 15. Proventi da partecipazioni

C) 16. Altri proventi finanziari

C) 17. Interessi e altri oneri finanziari

C) 17-bis. Utili e perdite su cambi

D) 18. Rivalutazioni

D) 19. Svalutazioni

20. Imposte dell’esercizio, correnti, differite e anticipate

  • Imposte correnti
  • Imposte relative a esercizi precedenti
  • Imposte differite
  • Imposte anticipate

21. Utile (perdita) dell’esercizio

  • Destinazione dell’utile
  • Trattamento delle perdite
  • Principali vincoli civilistici alla destinazione dell’utile
  • Vincoli fiscali alla distribuzione di utili (e riserve)
  • Tabella riassuntiva delle principali variazioni fiscali

Sezione Terza - NOTA INTEGRATIVA E RENDICONTO FINANZIARIO

Nota Integrativa: aspetti generali

  • contenuti della Nota Integrativa
  • Criteri di valutazione
  • Principio della rilevanza e Nota Integrativa
  • cambiamento di principio contabile
  • Nota Integrativa in formato XBRL

Nota Integrativa XBRL: Stato Patrimoniale attivo

Nota Integrativa XBRL: Stato Patrimoniale passivo

Nota Integrativa XBRL: Conto Economico

Nota Integrativa XBRL: altre informazioni

  • Altre informazioni per cui sono previste tabelle XBRL
  • Altre informazioni per cui non sono previste tabelle XBRL

Rendiconto finanziario

Parte Terza - BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA E BILANCIO DELLE  MICRO IMPRESE

Sezione Prima - BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA

Schema di bilancio abbreviato

  • Stato patrimoniale (art. 2435-bis, C.c.)
  • Conto economico (art. 2435-bis, C.c.)
  • Stato patrimoniale abbreviato XBRL
  • Conto economico abbreviato XBRL

Bilancio in forma abbreviata: aspetti generali

  • Limiti per accedere al bilancio in forma abbreviata
  • vantaggi della redazione del bilancio abbreviato
  • Stato patrimoniale ridotto
  • conto economico ridotto

Stato patrimoniale attivo

A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti

B.I) Immobilizzazioni immateriali e B.II) immobilizzazioni materiali

B.III) Immobilizzazioni finanziarie

C) I. Rimanenze

C) II. Crediti

C) III. Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni

C) IV. Disponibilità liquide

D) Ratei e risconti attivi

Stato patrimoniale passivo

A) I. Capitale sociale

A) II. Riserva da soprapprezzo azioni

A) III. Riserve di rivalutazione

A) IV. Riserva legale

A) V. Riserve statutarie

A) VI. Altre riserve

A) VII. Riserva per operazioni di copertura dei flussi finanziari attesi

A) VIII. Utili (perdite) portati a nuovo

A) IX. Utile (perdita) dell’esercizio

A) X. Riserva negativa per azioni proprie in portafoglio

B) Fondi per rischi ed oneri

C) Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato

D) Debiti

E) Ratei e risconti

Conto economico

A) Valore della produzione

A) 1 Ricavi delle vendite e delle prestazioni

A) 5 Altri ricavi e proventi

B) Costi della produzione

B) 6. Costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci

B) 10. Ammortamenti e svalutazioni

B) 14. Oneri diversi di gestione

C) Proventi e oneri finanziari

C) 15. Proventi da partecipazioni

C) 16. Altri proventi finanziari

C) 17. Interessi ed altri oneri finanziari

D) Rettifiche di valore di attività e passività finanziarie

D) 18 Rivalutazioni

D) 19 Svalutazioni

20) Imposte sul reddito dell’esercizio, correnti, differite e anticipate

21) Utile (perdite) dell’esercizio

Nota Integrativa abbreviata

  • Criteri generali di redazione della Nota Integrativa abbreviata
  • Principio della rilevanza e Nota Integrativa abbreviata
  • Criteri di valutazione
  • Raggruppamento e comparabilità delle voci di bilancio
  • Elemento dell’attivo o del passivo che ricade sotto più voci
  • Contenuto della Nota Integrativa abbreviata in XBRL
  • Movimentazioni intervenute nelle immobilizzazioni
  • Dettaglio dei debiti
  • oneri finanziari capitalizzati
  • impegni, garanzie e passività potenziali non risultanti dallo Stato patrimoniale
  • Ricavi e costi di entità o incidenza eccezionali
  • Numero medio di dipendenti ripartiti per categoria
  • Rapporti con amministratori e sindaci
  • operazioni con parti correlate
  • accordi fuori bilancio
  • fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio
  • impresa che redige il bilancio consolidato di cui l’impresa fa parte
  • strumenti finanziari derivati
  • Informativa sull’attività di direzione e coordinamento di società
  • azioni proprie ed azioni/quote di società controllanti
  • Informativa sulle sovvenzioni e contributi pubblici
  • Informativa sulle cooperative
  • Informativa sulle start-up e PMI innovative

Sezione Seconda - BILANCIO DELLE MICRO IMPRESE

Schema di bilancio micro-imprese

  • Stato patrimoniale (art. 2435-ter, C.c.)
  • Conto economico (art. 2435-ter, C.c.)
  • Stato patrimoniale micro-imprese XBRL
  • Conto economico micro-imprese XBRL

Bilancio delle micro-imprese

  • Soggetti interessati
  • Rendiconto finanziario, Nota Integrativa e Relazione sulla gestione
  • Ulteriori semplificazioni previste per le micro-imprese

Parte Quarta - ALTRI ASPETTI DI INTERESSE

ACE - Aiuto alla Crescita Economica

  • Soggetti interessati all’agevolazione
  • Determinazione ed effetti dell’agevolazione - Soggetti IRES
  • Patrimonio netto di riferimento e relativo incremento
  • soggetti diversi dalle banche/imprese di assicurazione
  • Limite del patrimonio netto
  • calcolo della deduzione
  • Determinazione ed effetti dell’agevolazione – Soggetti IRPEF
  • Variazione capitale proprio dal 2016
  • Differenza patrimonio netto 2015 – 2010
  • Limite alla variazione in aumento del capitale proprio
  • Disposizioni comuni ai soggetti IRES ed IRPEF
  • Eccedenza ACE
  • Disposizioni antielusive
  • Clausola di salvaguardia
  • le ultime risposte dell’Agenzia delle entrate

Crediti e debiti in valuta

  • rilevazione iniziale
  • attività e/o passività regolate entro la chiusura dell’esercizio
  • attività e/o passività non regolate entro la chiusura dell’esercizio
  • Riserva non distribuibile
  • Informazioni in Nota Integrativa
  • Disciplina fiscale

Coordinamento delle norme fiscali con le regole di bilancio

  • D.L. 30 dicembre 2016, n. 244 (c.d. “Milleproroghe”)
  • Misure di coordinamento ai fini IRES (articolo 13-bis, c. 2)
  • Misure di coordinamento ai fini dell’IRAP e di altre disposizioni fiscali (articolo 13-bis, c. 3 e 4)
  • Efficacia delle disposizioni (articolo 13-bis, c. 5 e 6)
  • Rettifiche in sede di prima applicazione di nuovi OIC (articolo 13-bis, c. 7 e 8)
  • Disposizioni in materia di IAS Adopter (articolo 13-bis, c. 9)
  • decreti di coordinamento “a regime” IRES e IRAP e nuovi OIC (articolo 13-bis, c. 10)
  • Disposizioni di coordinamento in materia di ACE e IAS (articolo 13-bis, c. 11)
  • Decreto Ministero dell’Economia e delle Finanze 3 agosto 2017
  • disposizioni compatibili contenute nel D.M. 1° aprile 2009, n. 48
  • Disposizioni compatibili contenute nel D.M. 8 giugno 2011

Disciplina fiscale degli interessi passivi

  • Ambito soggettivo
  • Modalità di calcolo
  • Ambito oggettivo
  • Patrimonializzazione degli interessi passivi

Imposte differite ed anticipate

  • Disciplina civilistica e fiscale
  • Voci di bilancio relative alla fiscalità differita
  • Differenze permanenti e temporanee
  • Rilevazione della fiscalità differita

Interessi di mora nelle transazioni commerciali

  • ambito di applicazione
  • termini di pagamento nelle transazioni commerciali
  • Nullità delle clausole gravemente inique
  • Settore agroalimentare

Iper ammortamento

  • Iper ammortamento
  • Soggetti interessati
  • Ambito oggettivo
  • Periodo di acquisizione dei beni
  • Momento di fruizione dell’agevolazione
  • Maxi ammortamento per beni immateriali
  • Soggetti interessati
  • Ambito oggettivo
  • Periodo di acquisizione dei beni
  • Momento di fruizione dell’agevolazione
  • Aspetti comuni alle due agevolazioni
  • Interconnessione
  • Dichiarazione/perizia giurata
  • Determinazione dell’iper – maxi ammortamento
  • Cumulabilità dell’agevolazione
  • Rilevanza del maggior valore
  • cessione o delocalizzazione dei beni
  • Dismissione del bene agevolato nel periodo di fruizione della maggiorazione
  • determinazione dell’acconto 2019
  • FAQ del MISE
  • Chiarimenti dell’Amministrazione finanziaria e del MISE
  • proroga dell’iper ammortamento e Legge di Bilancio 2019

Lease back

  • Aspetti contabili
  • Aspetti operativi e tributari

Maxi ammortamenti/canoni leasing

  • Soggetti interessati
  • Soggetti esclusi
  • Beni agevolabili
  • Beni esclusi
  • Riduzione del beneficio fiscale dal 40% al 30% del costo di acquisizione del bene
  • Periodo di acquisizione dei beni
  • Entrata in funzione del bene
  • Determinazione del maxi ammortamento
  • Maxi ammortamenti e impianti fotovoltaici/eolici
  • Cumulabilità dell’agevolazione
  • Non cumulabilità tra maxi ammortamento e iper ammortamento
  • Rilevanza del maggior valore
  • determinazione dell’acconto 2019
  • Mancata proroga del maxi ammortamento

OIC 29: cambiamenti, correzione di errori e fatti intervenuti dopo la chiusura dell’esercizio

  • Cambiamenti di principi contabili
  • Cambiamenti di stime contabili
  • Correzioni di errori
  • Fatti intervenuti dopo la chiusura dell’esercizio

Operazioni di leasing finanziario

  • Aspetti civilistici
  • Aspetti contabili
  • Metodo finanziario (impresa utilizzatrice soggetta a IAS)
  • Metodo patrimoniale (impresa utilizzatrice)

Operazioni di pronti contro termine

  • obbligo di retrocessione a termine
  • retrocessione facoltativa
  • Aspetti fiscali

Patent box

  • Soggetti interessati
  • Ambito di applicazione
  • Meccanismo della tassazione agevolata
  • Modalità, durata e decorrenza dell’opzione
  • Plusvalenze derivanti dalla cessione dei beni immateriali
  • Patent box e perdite fiscali

Patrimoni e finanziamenti destinati ad uno specifico affare

  • Patrimonio destinato ad uno specifico affare
  • Finanziamento destinato ad uno specifico affare

Perdite e riporto

  • Regime delle perdite per i soggetti IRES
  • Perdite e regime di trasparenza ex art. 115 e 116, TUIR
  • Riporto delle perdite nei regimi di esenzione

Perdite su crediti

  • Deducibilità delle perdite su crediti (art. 101, comma 5, TUIR)
  • Periodo di deducibilità delle perdite su crediti
  • Svalutazioni di crediti - coordinamento con gli artt. 106 e 109, TUIR
  • Accantonamenti per rischi su crediti (art. 106, TUIR)

Riallineamento marchi e avviamento

  • Riallineamento previsto dall’art. 176, TUIR
  • Riallineamento da D.L. n. 185/2008 per le immobilizzazioni immateriali
  • Valutazioni di convenienza tra le alternative di riallineamento
  • Altre attività immateriali
  • decorrenza delle disposizioni
  • Tavola sintetica di confronto
  • Affrancamento partecipazioni di controllo

Rivalutazione dei beni d’impresa

  • Termini temporali per la rivalutazione
  • Ambito soggettivo
  • Ambito oggettivo
  • Rivalutazione per categorie omogenee
  • Modalità di rivalutazione
  • Effetti fiscali della rivalutazione
  • Disciplina del saldo attivo di rivalutazione
  • Disciplina dell’imposta sostitutiva

Strumenti finanziari derivati

  • Aspetti generali
  • Definizioni e principali tipologie di strumenti finanziari derivati
  • Iscrizione iniziale e valutazione successiva
  • Operazioni di copertura
  • Nota Integrativa

Tassazione degli utili percepiti

  • Utili percepiti da imprenditori individuali e Società di Persone
  • Utili percepiti da soggetti IRES
  • Decreto internazionalizzazione e dividendi da Paesi a fiscalità privilegiata
  • Prospetto riassuntivo tassazione dividendi e proventi assimilati (dal 1/1/2018)
  • Certificazione dei dividendi (CUPE)

Terreni e fabbricati

  • Esplicita indeducibilità fiscale del costo dei terreni
  • Quantificazione del costo fiscale dell’area
  • Coordinamento tra ammortamento civilistico e fiscale
  • Effetti indiretti dello scorporo fiscale del valore dell’area
  • Fabbricati strumentali acquisiti in leasing

Scheda tecnica

Formato:
A4
Autore:
Centro Studi Fiscali
Anno:
2019
ISBN:
9788868245771
Modello:
06FX940
Numero Pagine:
996
Aggiornato a:
1 febbraio 2019

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA 2019

Il testo si propone come guida alla compilazione di ben quattro diversi adempimenti legati all'imposta sul valore aggiunto: la dichiarazione annuale, la comunicazione delle liquidazioni periodiche, la comunicazione dati fattura (spesometro) e l’esterometro.


  • Dichiarazione annuale

  • Comunicazione liquidazioni periodiche

  • Spesometro

  • Esterometro

Il testo si propone come guida alla compilazione di ben quattro diversi adempimenti legati all'imposta sul valore aggiunto: la dichiarazione annuale, la comunicazione delle liquidazioni periodiche, la comunicazione dati fattura (spesometro) e l’esterometro.

La dichiarazione annuale IVA 2019 è analizzata commentando il modello rigo per rigo, e ad integrazione sono proposti molti esempi pratici di compilazione: i singoli quadri sono analizzati evidenziando, in particolare, le novità intervenute rispetto al dichiarativo del precedente anno, che principalmente riguardano quest’anno le nuove disposizioni sul gruppo IVA.

Successivamente si analizza la comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA e a corredo vengono proposti numerosi esempi di compilazione.

Si analizza poi la composizione dello spesometro, abrogato dal 2019 per l’obbligo generalizzato di fatturazione elettronica, e che il 28 febbraio 2019 prevede l’ultimo invio.

Sono riportati ed illustrati anche i numerosi chiarimenti forniti dall'Amministrazione finanziaria con documenti di prassi e con le numerose e frammentarie FAQ, relativamente ai dati da indicare ed alla modalità di composizione e trasmissione del file .xml.

Si propone una breve analisi della nuova comunicazione delle operazioni con soggetti non residenti nel territorio dello Stato (esterometro), da inviare obbligatoriamente entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello della data di emissione o di ricezione del documento che comprova l’operazione.

Infine, sono presenti alcuni approfondimenti degli argomenti che possono interessare in maniera trasversale i quattro obblighi dichiarativi.

La guida, utile a tutti coloro che si accingono ad assolvere i quattro citati adempimenti, analizza e commenta nel dettaglio le istruzioni e i chiarimenti, proponendo a miglior comprensione numerosi esempi pratici di compilazione.

Struttura del libro:

Parte Prima - DICHIARAZIONE ANNUALE IVA

Premessa

  • Dichiarazione annuale IVA
  • Comunicazione dati delle liquidazioni periodiche IVA
  • Spesometro
  • Esterometro

Sezione Prima - ASPETTI GENERALI DELLA DICHIARAZIONE IVA

Soggetti obbligati ed esonerati

  • Soggetti obbligati
  • Soggetti esonerati

Termini e modalità di presentazione

  • Termini di presentazione
  • Richiesta di rimborso del credito IVA
  • Modalità di presentazione

Termini e modalità di versamento

  • Termini di versamento
  • Differimento del versamento IVA e compensazione con crediti
  • Rateizzazione
  • Modalità di versamento

Casi particolari di presentazione e compilazione

  • Cessazione dell’attività
  • Decesso del titolare della partita IVA
  • Agricoltori
  • Fallimento e liquidazione coatta amministrativa
  • Affitto d’azienda
  • Contabilità IVA unificata
  • Esercizio di più attività e contabilità separata
  • Altre operazioni straordinarie
  • Soggetti non residenti
  • Liquidazione IVA di gruppo

Modello IVA BASE 2019

  • Il modello “IVA BASE”
  • Soggetti interessati
  • Soggetti esclusi
  • Caratteristiche del Mod. IVA BASE
  • Modalità e termini di presentazione

Sezione Seconda - COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE

Composizione del modello

  • Frontespizio
  • Quadri analitici
  • Altri modelli

Modello IVA BASE e Frontespizio

Frontespizio

  • Tipo di dichiarazione
  • Dati del contribuente
  • Dichiarante diverso dal contribuente
  • Firma della dichiarazione
  • Visto di conformità
  • Sottoscrizione organo di controllo
  • Impegno alla presentazione telematica

Modello IVA BASE e quadro VA

Quadro VA - Informazioni e dati relativi all’attività

  • SEZIONE 1 - Dati analitici generali
  • SEZIONE 2 - Dati riepilogativi relativi a tutte le attività

Modello IVA BASE e quadro VB

Quadro VB - Dati relativi agli estremi identificativi dei rapporti finanziari

Quadro VC - Esportatori e operatori assimilati

  • Esportatori abituali
  • Determinazione del plafond
  • Utilizzo del plafond
  • Compilazione del quadro VC

Quadro VD - Cessione del credito IVA da parte delle società di gestione del risparmio

  • SEZIONE 1 – Società cedente – Elenco società o enti cessionari
  • SEZIONE 2 – Ente o società cessionaria – Elenco società cedenti

Modello IVA BASE e quadro VE

Quadro VE - Operazioni attive e determinazione del volume d’affari

  • SEZIONE 1 - Conferimenti di prodotti agricoli e cessioni di agricoltori esonerati
  • SEZIONE 2 - Operazioni imponibili agricole, commerciali o professionali
  • SEZIONE 3 - Totale imponibile e imposta
  • SEZIONE 4 - Altre operazioni
  • Operazioni non soggette all’imposta (artt. da 7 a 7-septies)
  • SEZIONE 5 - Volume d’affari

Modello IVA BASE e quadro VF

  • Quadro VF - Operazioni passive e IVA ammessa in detrazione
  • Novità sull’esercizio della detrazione IVA
  • Collegamenti con altri quadri
  • SEZIONE 1 - Ammontare acquisti e importazioni
  • SEZIONE 2 - Totale acquisti e importazioni, totale imposta, acquisti intracomunitari, importazioni e acquisti da San Marino
  • SEZIONE 3 - Determinazione dell’IVA ammessa in detrazione
  • Sezione 3-A - Operazioni esenti
  • Sezione 3-B - Imprese agricole (art. 34)
  • Sezione 3-C - Casi particolari
  • Sezione 4 - IVA ammessa in detrazione
  • Prospetto D - Rettifica della detrazione
  • Compilazione della sezione 4 del quadro VF - IVA ammessa in detrazione

Modello IVA BASE e quadro VJ

Quadro VJ - Determinazione dell’IVA per particolari operazioni

  • estrazione dei beni da deposito IVA

Modello IVA BASE e quadro VI

Quadro VI - Dichiarazioni di intento ricevute

  • Le dichiarazioni di intento
  • Compilazione del quadro VI

Modello IVA BASE e quadro VH

Quadro VH - Variazione delle comunicazioni periodiche

  • La comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA e la correzione di errori
  • Contribuenti mensili
  • Contribuenti trimestrali
  • Casi particolari

Quadro VM - Versamenti immatricolazioni auto UE

Quadro VK - Società controllanti e controllate

  • La liquidazione IVA di gruppo
  • Controllanti e controllate e liquidazione IVA di gruppo
  • Adempimenti
  • Esercizio dell’opzione
  • Sezione 1 - Dati della società controllante
  • Sezione 2 - Determinazione dell’eccedenza d’imposta
  • Sezione 3 - Cessazione del controllo in corso d’anno - Dati relativi al controllo

Quadro VN - Dichiarazioni integrative a favore

  • La dichiarazione integrativa a favore
  • La compilazione del quadro VN

Modello IVA BASE e quadro VL

Quadro VL - Liquidazione dell’imposta annuale

  • Sezione 1 - Determinazione dell’IVA dovuta o a credito per il periodo d’imposta
  • SEZIONE 2 - Credito anno precedente
  • Sezione 3 - Determinazione dell’IVA a debito o a credito
  • Colonna debiti
  • Colonna crediti
  • Determinazione dell’imposta
  • Determinazione dell’importo dovuto
  • Quadri compilati

Modello IVA BASE e quadro VT

Quadro VT - Separata indicazione delle operazioni verso consumatori finali e soggetti IVA

Modello IVA BASE e quadro VX

Quadro VX - IVA da versare o a credito

  • Determinazione dell’IVA da versare o del credito d’imposta
  • Società partecipanti alla liquidazione IVA di gruppo

Quadro VO - Comunicazione delle opzioni e revoche

  • Comportamento concludente
  • Modalità e termini di comunicazione
  • Vincolo dell’opzione
  • Sanzioni
  • SEZIONE 1 - Opzioni e revoche ai fini IVA
  • Regime speciale agricolo (art. 34, comma 6, D.P.R. n. 633/1972)
  • Opzione per il regime normale (art. 34, comma 11 e art. 34-bis)
  • Prospetto riassuntivo - Opzioni ai fini IVA
  • SEZIONE 2 - Opzioni e revoche ai fini delle imposte sui redditi
  • Società di persone e SRL agricole
  • Prospetto riassuntivo - Opzioni ai fini delle imposte sui redditi
  • SEZIONE 3 - Opzioni ai fini dell’IVA e delle imposte sui redditi
  • Regimi fiscali agevolati
  • SEZIONE 4 - Opzione ai fini dell’imposta sugli intrattenimenti
  • SEZIONE 5 – Opzione agli effetti dell’IRAP

Quadro VG - Adesione al regime previsto per le società controllanti e controllate

  • Società controllanti e controllate
  • Esercizio dell’opzione
  • Compilazione del quadro VG
  • Nuova disciplina del “Gruppo IVA”

Sezione Terza - CASI PRATICI DI COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE IVA

  • Esempio n. 1
  • Esempio n. 2
  • Esempio n. 3
  • Esempio n. 4

Parte Seconda - COMUNICAZIONE DATI DELLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA

Sezione Prima - COMUNICAZIONE DATI DELLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA

Premessa

  • L’incrocio dei dati da parte dell’Agenzia delle Entrate
  • La comunicazione delle liquidazioni periodiche

Termini di presentazione

  • Calendario per il 2019

Modalità di trasmissione delle comunicazioni

  • Canali di trasmissione delle comunicazioni
  • Invio diretto o tramite intermediario
  • Notifiche di esito
  • Consultazione dei dati (dati fattura e liquidazioni periodiche)
  • FAQ Agenzia delle Entrate

Soggetti obbligati ed esonerati

  • Soggetti obbligati
  • Soggetti esonerati

Casi particolari di presentazione

  • Contribuenti con liquidazioni IVA trimestrali
  • Contribuenti con contabilità separate
  • Contribuenti con contabilità presso terzi
  • Curatori fallimentari e commissari liquidatori
  • Società ed enti aderenti alla liquidazione IVA di gruppo
  • Soggetti non residenti

Operazioni straordinarie o trasformazioni

  • Operazioni straordinarie/trasformazione avvenute durante il trimestre oggetto della comunicazione
  • Operazioni straordinarie/trasformazione avvenute nel periodo compreso tra il 1° giorno del mese successivo al trimestre e la data di presentazione

Frontespizio

  • Privacy e dati personali
  • Dati generali, firma e impegno alla presentazione telematica
  • Codice fiscale
  • Dati generali
  • Firma
  • Impegno alla presentazione telematica

Quadro VP - Liquidazioni periodiche IVA

  • Liquidazione dell’imposta
  • Ricevute di presentazione
  • Alcuni casi particolari

Sanzioni

  • Omessa, incompleta o infedele comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche

Sezione Seconda - ESEMPI DI COMPILAZIONE

Esempio n. 1 - Operazioni imponibili

Esempio n. 2 - Medico che effettua anche operazioni imponibili

Esempio n. 3 - Agricoltore in regime speciale

Esempio - Agricoltore con volume d’affari superiore a € 7.000,00

Esempio n. 4 - Soggetto che effettua anche operazioni con l’estero

Esempio n. 5 - Esportatore abituale che acquista beni con utilizzo del plafond

Esempio n. 6 - Subappalto nel settore edile e attività di completamento di edifici

Esempio n. 7 - Operazioni soggette a reverse charge, cessione/acquisto di autovettura

Esempio n. 8 - Operazioni soggette a split payment, reverse charge e IVA indetraibile

Esempio n. 9 - Nota di accredito e cessione di beni con applicazione dello split payment

Esempio n. 10 - Utilizzo credito del mese precedente o dell’anno precedente

Alternativa 1: parte del credito IVA annuale utilizzato per azzerare il saldo a debito della liquidazione periodica

Alternativa 2: intero credito IVA annuale utilizzato in sede di liquidazione periodica

Alternativa 3: il credito IVA annuale non viene riportato

Esempio n. 11 - Parte del credito IVA estromesso e utilizzato in F24

Esempio n. 12 - Credito IVA estromesso e utilizzato in F24

Parte Terza - SPESOMETRO

Premessa

Soggetti obbligati ed esonerati

  • Soggetti obbligati
  • Soggetti esonerati

Termini e modalità di presentazione

  • Ultima scadenza per l’invio dei dati relativi al 2018
  • Modalità di trasmissione

Ambito oggettivo

Dati di testata - “DatiFatturaHeader”

  • Progressivo invio
  • Dati del dichiarante
  • Identificativo di sistema e spazio dati fattura

Dati fatture emesse - “DTE”

  • Dati relativi al cedente/prestatore
  • Dati relativi al cessionario/committente e all’operazione
  • Rettifica
  • Altri chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Dati fatture ricevute - “DTR”

  • Dati relativi al cessionario/committente e all’operazione
  • Dati relativi al cedente/prestatore
  • Rettifica
  • Altri chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Annullamento - “Ann”

Errori, sanzioni, ravvedimento

  • Sanzioni
  • Ravvedimento operoso
  • Correzione di errori nell’invio dati fatture emesse e ricevute

Parte Quarta - ESTEROMETRO

Le comunicazioni delle operazioni con l'estero

  • Lo spesometro per le operazioni con l'estero (esterometro)
  • Dati di testata
  • Dati relativi alle fatture
  • Regime sanzionatorio
  • Comunicazione delle singole fatture emesse

APPENDICE

Tasse per libri sociali e scritture contabili

  • Imposta di bollo
  • Tasse sulle concessioni governative

Regimi fiscali agevolati

  • Il regime forfetario
  • Il regime dei contribuenti minimi
  • Regimi fiscali agevolati e fatturazione elettronica
  • Ingresso e uscita dai regimi fiscali agevolati, riflessi IVA e reddituali
  • Passaggi di regime

IVA e agricoltura

  • Regimi IVA per i produttori agricoli
  • Attività agricole connesse
  • Associazioni operanti in agricoltura

Regimi e casi particolari di determinazione dell’imposta

  • Agenzie di viaggio
  • Beni usati
  • Agriturismo
  • Spettacoli viaggianti e contribuenti minori
  • Operazioni relative all’oro e all’argento

Compensazione tra crediti e debiti

  • Compensazione verticale
  • Compensazione orizzontale
  • La compensazione verticale e l’IVA
  • La compensazione dei crediti IVA superiore ad € 5.000
  • Sospensione compensazioni con profili di rischio
  • Limite massimo ammesso in compensazione orizzontale
  • Compensazione dei crediti in presenza di ruoli non pagati
  • Sanzioni applicabili alla compensazione di crediti IVA inesistenti
  • Divieto di compensazione in caso di accollo del debito
  • Società di comodo
  • Compensazione/rimborso e dichiarazioni annuali
  • Casi pratici di compensazione di crediti IVA
  • Divieto di utilizzo in compensazione dei crediti fino ad € 12,00
  • Mod. F24 con saldo a zero
  • Compensazioni e modalità di invio del Mod. F24
  • Visto di conformità: approfondimenti
  • Check-list visto di conformità credito IVA 2018 – Mod. IVA 2019

Disciplina dei rimborsi IVA

  • Condizioni per il rimborso del credito IVA
  • Esecuzione dei rimborsi IVA
  • Il rimborso IVA e la correzione di scelte effettuate o di omissioni

Disposizioni in materia di split payment

  • Soggetti interessati ed esclusi
  • Ambito oggettivo
  • Fattispecie escluse
  • Split payment e reverse charge
  • Riflessi in capo al cedente/prestatore
  • Riflessi in capo al cessionario/committente

Nuove disposizioni per la detrazione dell’IVA

  • La detrazione IVA secondo la Circolare n. 1/2018 (disciplina previgente)
  • Le nuove disposizioni per la detrazione IVA

Controlli incrociati dell’Agenzia tra adempimenti IVA

  • Controlli incrociati tra spesometro e dichiarazione IVA
  • Controlli incrociati tra spesometro e comunicazione liquidazioni IVA

Scheda tecnica

Formato:
A4
Autore:
Centro Studi Fiscali
Anno:
2019
ISBN:
9788868245856
Modello:
06FX941
Numero Pagine:
607
Aggiornato a:
19 gennaio 2019

MODELLO REDDITI 2019 IMPRESE INDIVIDUALI ED ESERCENTI ARTI E PROFESSIONI

Il testo illustra dettagliatamente le modalità di compilazione della dichiarazione dei redditi di imprenditori individuali e liberi professionisti, modello REDDITI 2019 PF.


Il testo illustra dettagliatamente le modalità di compilazione della dichiarazione dei redditi di imprenditori individuali e liberi professionisti, modello REDDITI 2019 PF.

Seguendo la struttura del modello, il testo si presenta composto di tre sezioni, nelle quali sono analizzate le modalità di compilazione dei vari quadri della dichiarazione, ovvero:

  • fascicolo 1, quadri di interesse per la generalità dei contribuenti (frontespizio, familiari, quadri RA, RB, RC, RP, etc.);
  • fascicolo 2, quadri relativi ai redditi per i quali il contribuente non è obbligato alla tenuta delle scritture contabili (quadri RH, RL, RM, etc.);
  • fascicolo 3, quadri relativi ai redditi per i quali il contribuente è obbligato alla tenuta delle scritture contabili (quadri RE, RG, RF, etc.).

La descrizione degli aspetti operativi è completata:

  • da una parte introduttiva, dedicata agli aspetti generali propedeutici alla compilazione dei modelli (modalità e termini di presentazione, determinazione e versamento delle imposte, etc.);
  • dalla sezione “Appendice”, nella quale sono approfondite numerose tematiche fiscali di interesse per la compilazione del modello (ad esempio, regimi fiscali agevolati, tassazione degli utili, etc.).

Nella trattazione viene data particolare evidenza alle novità introdotte rispetto al modello dello scorso anno per permettere a commercialisti, associazioni di categoria, CAF e altri consulenti di aggiornarsi in modo rapido e puntuale in vista della stagione dichiarativa.

Scheda tecnica

Formato:
A4
Autore:
Centro Studi Fiscali
Anno:
2019
ISBN:
9788868245979
Modello:
06FX944

MODELLO REDDITI 2019 SOCIETÀ DI PERSONE ED EQUIPARATE

Il testo affronta le principali problematiche connesse alla compilazione della dichiarazione, dedicando particolare attenzione alle novità normative e di prassi introdotte nel corso dell’anno.


Il Mod. REDDITI 2019 società di persone va presentato per determinare le quote di reddito (perdita) 2018 imputabili ai fini IRPEF ai singoli soci o associati.

Il testo affronta le principali problematiche connesse alla compilazione della dichiarazione, dedicando particolare attenzione alle novità normative e di prassi introdotte nel corso dell’anno.

Sono analizzati dettagliatamente i singoli quadri di compilazione, suddivisi in pratiche sezioni dedicate alla determinazione:

  • del reddito (quadro RF per le società in contabilità ordinaria, quadro RG per le  società in contabilità semplificata, quadro RE per il lavoro autonomo, ecc.);
  • delle imposte (quadro RT relativo alle plusvalenze, quadro RM dedicato alla tassazione separata e quadro RQ per le imposte sostitutive).

Sono chiaramente analizzati anche gli altri prospetti: tra questi, si segnala in particolare quello di imputazione dei redditi ai singoli soci/associati.

L’analisi del modello REDDITI SP, quadro per quadro, è arricchita da schemi, tabelle riassuntive e da utili esempi pratici.

La parte finale del testo, definita “Appendice”, tratta diversi aspetti specifici della disciplina fiscale, la cui conoscenza è di fondamentale importanza ai fini di una corretta redazione della dichiarazione dei redditi.

Scheda tecnica

Formato:
A4
Autore:
Centro Studi Fiscali
Anno:
2019
ISBN:
9788868245993
Modello:
06FX945

MODELLO REDDITI 2019 SOCIETÀ DI CAPITALI ED ENTI COMMERCIALI

In maniera analitica ed esauriente, il testo descrive gli adempimenti legati alla presentazione della dichiarazione. Sono inoltre affrontate le modalità di compilazione della dichiarazione, con dettagliata analisi di tutti i quadri che la compongono.


Con il Modello REDDITI SC i soggetti IRES presentano la dichiarazione dei redditi e calcolano le imposte dovute a saldo per l’anno di competenza nonché gli acconti per il periodo d’imposta successivo.

In maniera analitica ed esauriente, il testo descrive gli adempimenti legati alla presentazione della dichiarazione. Sono inoltre affrontate le modalità di compilazione della dichiarazione, con dettagliata analisi di tutti i quadri che la compongono, tenendo chiaramente conto delle novità normative emanate in materia e degli eventuali chiarimenti rilasciati dall'Amministrazione finanziaria.

Ad ulteriore arricchimento della trattazione, vengono poi proposti esempi pratici, schemi riassuntivi e modulistica di riferimento.

È, infine, prevista un’apposita sezione di chiusura a commento e completamento di tematiche di particolare interesse (tra cui, ad esempio, deducibilità degli interessi passivi, iper e maxi ammortamento, società di comodo/in perdita sistematica, agevolazione ACE, ecc.).

Scheda tecnica

Formato:
A4
Autore:
Centro Studi Fiscali
Anno:
2019
ISBN:
9788868246013
Modello:
06FX946

IRAP 2019

Il testo si propone come una chiara ed utile guida per la comprensione del funzionamento dell’imposta e per la redazione del modello di dichiarazione IRAP 2019.


Il testo si propone come una chiara ed utile guida per la comprensione del funzionamento dell’imposta e per la redazione del modello di dichiarazione IRAP 2019.

Il lettore è seguito passo per passo nella compilazione dei singoli quadri della dichiarazione, nonché nella determinazione e nel versamento dell’imposta dovuta.

È prevista un’apposita sezione dedicata alla determinazione della base imponibile IRAP, considerando i vari metodi previsti dal D.Lgs. n. 446/1997 a seconda della tipologia di contribuente (metodo da “bilancio”, metodo “fiscale”, metodo forfetario, ecc.).

Il volume è inoltre corredato da esempi pratici, tabelle e schemi riassuntivi che permettono di individuare con facilità le principali novità che riguardano la disciplina IRAP.

Ampio spazio è dedicato alle deduzioni per il personale dipendente, compresa la misura della deduzione del costo del lavoro e all’esenzione dall’IRAP per i produttori agricoli titolari di reddito agrario, ferma restando la soggettività IRAP per le attività di agriturismo e di allevamento e per le attività connesse rientranti nell’art. 56-bis, TUIR.

Inoltre, è approfondito il regime di contabilità semplificata per cassa, secondo il quale la base imponibile è determinata con i criteri di imputazione previsti dall’art. 66, TUIR.

Viene infine affrontata la fase dell’accertamento e della riscossione dell’IRAP, con particolare attenzione alle possibilità di difesa del contribuente ed alle soluzioni alternative alla controversia.

Scheda tecnica

Formato:
A4
Autore:
Centro Studi Fiscali
Anno:
2019
ISBN:
9788868246075
Modello:
06FX949

I NUOVI ISA - Indici sintetici di affidabilità fiscale

Il testo analizza la nuova disciplina degli “Indici sintetici di affidabilità fiscale” (ISA) che a partire dal 2019 sostituisce gli studi di settore ed i  parametri contabili, sistemi di accertamento in vigore fino al 2018. 


Il testo analizza la nuova disciplina degli “Indici sintetici di affidabilità fiscale” (ISA) che a partire dal 2019 sostituisce gli studi di settore ed i  parametri contabili, sistemi di accertamento in vigore fino al 2018. 

Nell'intento del Legislatore i nuovi Indici, che esprimono su una scala da 1 a 10 il grado di affidabilità fiscale riconosciuto ai contribuenti, favoriscono  l’emersione spontanea delle basi imponibili e stimolano l’assolvimento degli obblighi tributari attraverso una più stretta collaborazione tra i contribuenti stessi e l’Amministrazione finanziaria. 

Il testo propone un’analisi completa della nuova disciplina, con particolare riferimento a:

  • compilazione della modulistica per la presentazione dei dati;
  • cause di esclusione
  • livelli di affidabilità fiscale e regime premiale;
  • collegamento con la dichiarazione dei redditi;
  • dichiarazione degli “ulteriori componenti positivi”, non risultanti dalle scritture contabili;
  • modalità di accertamento degli Uffici;
  • aspetti sanzionatori, ecc..

Scheda tecnica

Formato:
A4
Autore:
Centro Studi Fiscali
Anno:
2019
ISBN:
9788868246099
Modello:
06FX950