INFORMATIVE TEMATICHE SEAC
Prezzo scontato - 20%
Scheda tecnica
Raccolta online:
Si
Formato:
PDF
Autore:
Centro Studi Fiscali
Durata dell'Abbonamento:
12 mesi
Argomenti trattati
Fatturazione Elettronica, Corrispettivi Telematici, Nuovi ISA

INFORMATIVE TEMATICHE SEAC

INFORMATIVE TEMATICHE SEAC servizio di aggiornamento Professionale prodotto da Seac e pensato per soddisfare le esigenze di approfondimento in specifici temi di rilevante attualità.
Nel concreto, un team di esperti analizzerà e monitorerà per un determinato periodo le peculiarità di un determinato argomento, offrendo agli operatori del settore e ai loro collaboratori gli strumenti per affrontare con chiarezza e determinazione l’evoluzione normativa. Esaurita la portata della novità in analisi, l’attenzione sarà rivolta ad ulteriori argomenti prioritari per il lavoro core dello studio. 

Il servizio Informative Tematiche Seac si arricchisce di due nuovi argomenti di assoluto interesse.

Clicca qui 

per scaricare un campione gratuito delle Informative Tematiche Fatturazione Elettronica

Clicca qui 

per scaricare un campione gratuito delle Informative Tematiche Corrispettivi Telematici

Clicca qui 

per scaricare un campione gratuito delle Informative Tematiche Nuovi ISA

Clicca qui

per scaricare un campione gratuito delle Informative tematiche Antiriciclaggio

Clicca qui

per scaricare un campione gratuito delle Informative tematiche Privacy

Dopo l’analisi approfondita delle tematiche relative alla Fatturazione Elettronica, Nuovi ISA, Corrispettivi Telematici, l’attenzione è rivolta all'esame di due importantissimi argomenti: Antiriciclaggio e Privacy.

ANTIRICICLAGGIO
Con l’approvazione del D.Lgs. n. 90/2017 il Legislatore ha recepito la Direttiva UE 2015/849, meglio conosciuta come IV Direttiva antiriciclaggio.
Attraverso tale intervento normativo è stato completamente riscritto il D.Lgs. n. 231/2007, disciplinante la materia a livello nazionale; tra le novità introdotte, si segnalano le seguenti:

  • nuove modalità di individuazione del titolare effettivo, attraverso la creazione di un archivio ad hoc all’interno del Registro delle imprese;
  • nuove regole in tema di adeguata verifica della clientela, sia semplificata che rafforzata;
  • nuovi criteri di valutazione del rischio antiriciclaggio;
  • nuovi obblighi di conservazione;
  • una revisione del sistema sanzionatorio relativo alle violazioni della normativa antiriciclaggio.

Ai sensi del nuovo art. 15, D.Lgs. n. 231/2007, inoltre, gli Organismi di autoregolamentazione (Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed esperti contabili, Consiglio Nazionale del Notariato, ecc.) sono chiamati ad individuare, attraverso regole tecniche, i criteri e le metodologie per svolgere l’adeguata verifica della clientela e la valutazione del rischio di riciclaggio.

Le Regole Tecniche del CNDCEC, sono state approvate il 16 gennaio 2019, ed entreranno in vigore il 1° gennaio 2020; a partire da tale data la riforma della disciplina antiriciclaggio giungerà a compimento, e sarà pienamente applicabile.

Le Informative Tematiche Seac illustrano, alla luce delle nuove disposizioni in materia, gli adempimenti antiriciclaggio che i professionisti, nonché qualsiasi altro soggetto operante nel settore contabile – tributario (CED, società di servizi, CAF, ecc.) devono porre in essere, al fine di apprendere in modo rapido e sintetico i principali aspetti della normativa.

PRIVACY
La disciplina privacy applicabile nel nostro Paese è stata oggetto, negli ultimi anni, di importanti modifiche normative.
In particolare, dal 25 maggio 2018, nell’Unione Europea le regole privacy sono dettate dal “pacchetto protezione dati” emanato dal legislatore europeo nel 2016 e composto dal Regolamento UE 2016/679 (anche noto come GDPR) e dalla Direttiva UE 2016/680.

Alle disposizioni di matrice europea si affiancano le previsioni del D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101, con il quale è stato perfezionato l’adeguamento della normativa nazionale ai contenuti del Regolamento UE 2016/679.

Pur riprendendo alcuni elementi della disciplina previgente, il GDPR ha introdotto importanti novità, tra cui le nuove figure del DPO, acronimo di “data protection officer” e del sub-responsabile, nonché nuovi adempimenti, tra cui il registro dei trattamenti e la valutazione di impatto: il Garante sta progressivamente fornendo le necessarie istruzioni operative, mediante propri documenti (Provvedimenti, Pareri, Newsletter, etc.).

Considerato che la nuova privacy europea si basa sul concetto di “accountability”, ovvero la responsabilizzazione del titolare del trattamento, imprese e professionisti che quotidianamente trattano dati personali e sensibili sono tenuti a conoscere adeguatamente le nuove regole nonché gli aggiornamenti in materia emanati dal Garante.


CORRISPETTIVI TELEMATICI
L’art. 2, D.Lgs. n. 127/2015 contiene importanti disposizioni in materia di trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi, applicabili ai soggetti che effettuano cessioni:

  • nell’attività di commercio al minuto e assimilate (comma 1);
  • di benzina o gasolio destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori (comma 1-bis);
  • di beni o prestazioni di servizi tramite distributori automatici (comma 2).

In tal senso, particolare attenzione deve essere rivolta alla disciplina inerente la trasmissione telematica dei corrispettivi per le operazioni effettuate da commercianti al minuto e soggetti assimilati; per tali contribuenti viene infatti introdotto l’obbligo (in luogo della precedente facoltà) di memorizzare elettronicamente e trasmettere in modo telematico all’Agenzia delle Entrate i corrispettivi giornalieri, con decorrenza:

  • 1° luglio 2019 per i soggetti con volume d’affari maggiore di € 400.000;
  • 1° gennaio 2020 per tutti i soggetti interessati.

Per poter effettuare la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi l’esercente dovrà dotarsi di nuovi strumenti tecnologici definiti “Registratori Telematici” ovvero potrà in taluni casi adeguare il misuratore fiscale già in uso. Così come per la fatturazione elettronica l’esercente potrà aver bisogno anche del supporto del proprio consulente di fiducia, sia per le fasi di accreditamento, censimento, attivazione e messa in funzione del registratore telematico sia per i riflessi che tale nuovo adempimento avrà ai fini contabili.

ISA 2019 - (indici Sintetici di Affidabilità Fiscale)
Contemporaneamente all'abolizione degli studi di settore e dei parametri contabili, sono stati introdotti i nuovi Indici Sintetici di Affidabilità fiscale (ISA) che si caratterizzano per essere uno strumento di compliance e non quindi di accertamento: l’intenzione è quella di favorire l’emersione spontanea delle basi imponibili e di stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari da parte di imprese/professionisti.
L’Agenzia delle Entrate ha approvato i modelli contenenti i dati per l’applicazione degli ISA per il 2018, che interessano il comparto agricolo, l’area del commercio, il comparto dei servizi, le attività delle manifatture e l’attività professionali.
Nei prossimi mesi, ed in particolare con l’avvicinarsi delle scadenze di pagamento delle imposte sui redditi nonché con la presentazione delle relative dichiarazioni, gli operatori del settore fiscale saranno chiamati a confrontarsi con la prima applicazione dei nuovi ISA: non sarà semplice, considerato anche l’ampio spazio temporale di riferimento esteso a ben 8 anni d’indagine (2018 compreso). Va sottolineato che l’assetto normativo e di prassi non è ancora completo: momenti di particolare interesse saranno quelli della disponibilità del software per l’elaborazione degli indici ed il Provvedimento sul “regime premiale”. Tuttavia, ciò non concluderà il quadro di riferimento, considerato che gli aggiornamenti software e di prassi giungono in prossimità delle scadenze: si pensi, ad esempio, agli studi di settore, i cui chiarimenti di prassi sono stati emanati a luglio nel corso degli ultimi anni, oppure agli aggiornamenti di Gerico che sono stati distribuiti anche nell'ultimo mese di presentazione delle dichiarazioni dei redditi.

Clicca qui 

per scaricare un campione gratuito delle Informative Tematiche Fatturazione Elettronica

Clicca qui 

per scaricare un campione gratuito delle Informative Tematiche Corrispettivi Telematici

Clicca qui 

per scaricare un campione gratuito delle Informative Tematiche Nuovi ISA

Clicca qui

per scaricare un campione gratuito delle Informative tematiche Antiriciclaggio

Clicca qui

per scaricare un campione gratuito delle Informative tematiche Privacy

Con il servizio ITS ci impegniamo a fornire a professionisti/consulenti risposte e soluzioni alle loro esigenze attraverso un prodotto snello, pratico, esauriente e continuativo. Le informative verranno inviate via e-mail all'indirizzo utilizzato in fase d'acquisto.

AFFIDATI AGLI ESPERTI SEAC PER AFFRONTARE I CAMBIAMENTI CON SICUREZZA

Compreso nel servizio:

Agli abbonati è riservato l’accesso gratuito a bancadati.seac.it dove è possibile consultare la raccolta completa delle circolari e dei documenti pubblicati fino ad oggi.

Durata dell’abbonamento: 12 mesi.
A fine periodo, salvo disdetta, Seac provvederà al rinnovo automatico.


ITS è disponibile su ALL-IN, il nuovo strumento di aggiornamento professionale ideato e progettato dal Centro Studi Seac, guidato da un innovativo sistema di intelligenza artificiale.

devices Abbonamento Digitale
96.00 €
146,40 € -20%
+ IVA
Qta