Tickets restaurant e biglietti autobus: trasmissione telematica dei corrispettivi

  seacinfo

Con Risposta 7 ottobre 2019, n. 394, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla corretta modalità di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi relativamente ai tickets restaurant e ai biglietti/abbonamenti dell'autobus.In particolare, il documento di prassi ha chiarito che:gli importi dei tickets restaurant (analogamente a quanto previsto per i corrispettivi non riscossi) devono essere compresi nell'ammontare complessivo dei corrispettivi trasmessi telematicamente all'Agenzia, anche se gli stessi devono poi essere fatturati alla società che li emette. Infatti, è solo con il pagamento del controvalore dei tickets da parte della società emittente ovvero con l'emissione della fattura, se antecedente il pagamento, che si realizza l'esigibilità dell'IVA e la rilevanza del ricavo;per quanto riguarda la rivendita dei biglietti/abbonamenti dell'autobus, nel presupposto che l'IVA è assolta a monte dal gestore del servizio di trasporto e che, ai fini delle imposte sul reddito, il corrispettivo del rivenditore è costituito dall'aggio (che deve essere separatamente documentato mediante emissione di fattura nei confronti del gestore del servizio), non è necessario emettere il 'documento commerciale' all'atto della cessione dei titoli di trasporto. L'Agenzia precisa che i registratori non prevedono un sistema di memorizzazione per tali somme.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più