Spese di formazione dei professionisti deducibili entro il limite di 10.000 euro

Spese di formazione dei professionisti deducibili  entro il limite di 10.000 euro

La Legge n. 81/2017 (c.d. “Jobs act lavoratori autonomi”) modificando l’articolo 54, comma 5, del TUIR ha previsto che dal 2017 le spese sostenute dal lavoratore autonomo per l'iscrizione a master, a corsi di formazione o aggiornamento professionale, a convegni e congressi, comprese quelle di viaggio e soggiorno, sono integralmente deducibili, entro il limite annuo di 10.000 euro (in base alla vecchia formulazione le spese di formazione, comprese quelle di viaggio e soggiorno, erano deducibili nella misura del 50% del loro ammontare).

Tuttavia, seguendo le "Istruzioni per la compilazione" del Modelli REDDITI PF 2018 e REDDITI SP 2018, rigo RE17, le spese di vitto e alloggio collegate all'evento di formazione non sono integralmente deducibili (vanno a formare l’ammontare deducibile per il 75% entro il limite di 10.000 euro).

Inoltre, sono integralmente deducibili entro il limite annuo di 5.000 euro, le spese sostenute per servizi personalizzati di certificazione delle competenze, orientamento, ricerca e sostegno all'auto-imprenditorialità, mirate a sbocchi occupazionali effettivamente esistenti e appropriati in relazione alle condizioni del mercato del lavoro, erogati dagli organismi accreditati ai sensi della disciplina vigente. 

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più