Dipendente assegnato a mansioni usuranti: niente risarcimento per mobbing

  seacinfo

Secondo la Corte di Cassazione l'assegnazione del dipendente a mansioni usuranti non comporta il diritto al risarcimento per mobbing, in quanto la stessa può costituire al massimo un demansionamento. La Suprema Corte, con la Sentenza n. 5749 del 27 febbraio 2019, precisa inoltre che per considerare un ambiente insicuro non è sufficiente che la malattia dipenda da una causa di servizio, in quanto la nocività va valutata in termini di ragionevole certezza.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più