Comunicazioni di anomalia degli studi di settore 2013 - 2015

Comunicazioni di anomalia degli studi di settore 2013 - 2015

Con il Provvedimento 6 giugno 2017, l’Agenzia ha individuato le anomalie originate dall’omessa o non corretta indicazione dei dati nei modelli relativi agli studi di settore per il triennio 2013, 2014 e 2015.

Per il 2017 sono state individuate 70 tipologie di anomalia (per il 2016 erano 62), di cui 58 casi riguardano esclusivamente attività d’impresa, 6 casi riguardano esclusivamente attività professionali, mentre 6 casi riguardano entrambe le tipologie di reddito.

Si segnala che sono stati individuati 8 nuovi casi riguardanti ulteriori ipotesi di soggetti esercenti attività d’impresa/professionale con incongruenza tra lo studio di settore applicato e gli elementi specifici dell’attività indicati nel quadro D del modello studi.

Con Comunicato Stampa 6 giugno 2017, l’Agenzia, inoltre, ha reso noto l’invio di 147mila comunicazioni relative alle citate anomalie: dette segnalazioni sono pubblicate nel Cassetto fiscale dei contribuenti interessati, i quali, se già abilitati ai servizi telematici, le potranno visualizzare grazie a un avviso personalizzato inviato via sms o via email, decidendo poi se correggerle o giustificarle.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più