Attrezzature di lavoro: non sanzionabile penalmente il datore di lavoro senza adeguata formazione

  seacinfo

Con Interpello n. 1 del 28 gennaio 2020, la Commissione per gli interpelli in materia di salute e sicurezza sul lavoro ha chiarito che non si applicano le sanzioni penali di cui all'art. 87, comma 2, lettera c) del Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro (D.Lgs n. 81/2008), al datore di lavoro che, senza un'adeguata formazione ed addestramento, utilizzi attrezzature per le quali siano richieste specifiche conoscenze e responsabilità.La Commissione, in risposta all'istanza di interpello avanzata dalla Regione Friuli Venezia Giulia, ha precisato che, nonostante il D.Lgs n. 151/2015 (Jobs Act) abbia fatto rientrare nella definizione di 'operatore' di cui all'art. 69, comma 1 lett. e), D.Lgs n. 81/2008 anche il datore di lavoro, le suddette sanzioni sono applicabili nei soli casi in cui l'irregolare utilizzo delle attrezzature venga fatto dai lavoratori.

NEWS realizzata dal team del Centro Studi Seac, responsabile dell'editoria e dei servizi: Informative Quotidiane, Schede Operative, Circolari 730, Settimana Professionale, Notiziario e Mondo Paghe. Scopri di più